Un viaggio sensoriale che parte da lontano

Il Convento è situato nel piccolo e caratteristico paese di Santa Anatolia di Narco, in Valnerina. Dispone di 12 camere, un loggiato, una corte interna, un ampio giardino e molte aree interne comuni. Presenta la classica e fascinosa struttura di un convento del 1200, spartano, elegante, misterioso, evocativo al tempo stesso. Clicca sotto per conoscere la storia della location.

Le promozioni

Le tappe del tuo viaggio

La Valnerina rappresenta l’essenza dell’Umbria, luogo senza tempo e senza fretta. Terra di asceti prima che di santi. Un insieme dell’arte di vivere. Natura rigogliosa, misurata, equilibrata. Antica tradizione culinaria e prodotti enogastronomici di rilevanza internazionale. Ricca di eventi e folklore secolare.

Natura

Tra incantevoli scenari naturali e piccoli borghi arroccati, la Valnerina è un luogo incantevole dove poter ammirare paesaggi da sogno. Questa è la meta perfetta per chi ama la natura, un’oasi di pace dove lasciarsi alle spalle lo stress della vita quotidiana e ritrovare la serenità. Valle recondita dell’Umbria meridionale, la Valnerina è una zona montagnosa dominata dal complesso dei monti Sibillini.
Fortificazioni e torri medievali, imponenti abbazie, eremi solitari e piccoli paesi, che ancora conservano intatte le antiche tradizioni, si accompagnano a una natura incontaminata, selvaggia e florida, che regala visioni in cui l’elemento acquatico, vero fil rouge dell’intera valle, si fonde e confonde con quello vegetale.

Enogastronomia

La Valnerina è un luogo turistico per ghiottoni erranti. Abbiamo la parte bucolica, pastorale, quella dei pecorini e dei formaggi di capra, dei pastori fedeli alle loro tradizioni di casari, ma vanta inoltre numerosi prodotti alimentari di alta qualità riconosciuti a livello nazionale ed internazionale fra cui il Prosciutto I.G.P. di Norcia, il Farro D.O.P. di Monteleone di Spoleto, la lenticchia I.G.P. di Castelluccio di Norcia,  lo Zafferano purissimo di Cascia, il Tartufo Nero Melanosporum pregiato di Norcia, le trote Fario del fiume Nera, la Cicerchia e la Roveja di Civita di Cascia oggi presidio slowfood, i prodotti della norcineria in genere fra cui salami, salsicce e lonze.

Spiritualità ed Eventi

Terra di San Benedetto, di Santa Rita sono molti i pellegrini che vi giungono per un viaggio spirituale tra le suggestive testimonianze religiose che sorgono in questo luogo. La Valnerina, ma tutta l’Umbria in generale, sono ricche di eventi ed attrazioni, non solo di carattere religioso. Feste con tradizioni secolari, festival, sagre, mostre-mercato. Basta citarne alcune tra cui l’infiorata di Spello, la fiorita di Castelluccio di Norcia, il Festival dei due Mondi a Spoleto, la Quintana di Foligno, Umbria Jazz a Perugia, la Corsa dei Ceri a Gubbio e così via.. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Sport e Attività

Grazie al paesaggio incontaminato, la Valnerina offre la possibilità di praticare molti sport outoodr e attività all’aperto, come lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta, il canottaggio, il canyoning, il rafting e il trekking. Nella zona, quindi, sorgono molti parchi che permettono alle famiglie di scoprire gli incantevoli paesaggi e i tanti sport ed attività che si possono fare. Grande attrazione è rappresentata dalla Cascata delle Marmore, che con i suoi 165 metri e i tre salti di cui si compone è tra le più alte cascate d’Europa. Ad arricchire il paesaggio anche due parchi: il “Parco Nazionale dei Monti Sibillini”e il “Parco fluviale del Nera”, e i due parchi tematici avventura “L’activo park” e il “parco avventura Nahar”. Dopo tutto questo sport ci si può comunque rilassare…. alle Terme di Triponzo, le terme umbre che piacevano agli antichi romani.

Check-In
Check-Out
Rooms
Guests Adults
Rooms
-
+
Adults
-
+